Tai Chi Italia

Ci hanno bloccato anche all’aperto!!

Una sponda del fiume Tresa sta in Italia, l’altra in Canton Ticino, il ponte è la dogana.

Oggi mi ha dato i brividi attraversarlo per andare al corso di Tai Chi a Sessa, in Ticino appunto.
Anche a lezione ci siamo comportati come se non ci vedessimo da molto tempo.
Abbiamo praticato tutti molto attenti e concentrati.

Non è stato facile lo slalom tra la burocrazia di due paesi, di cui 1 extra europeo.

Da un lato ottenere i permessi doganali come lavoratore indipendente per attraversare la dogana una volta a settimana, ha richiesto un mese.
Ora che sono aumentate le restrizioni anche in Svizzera, è stato necessario ricevere la conferma delle autorità per poter fare Tai Chi in 5 in 70 mq.
Guarda caso è consentito ad un massimo di 5 ben distanziati, come noi. E ci è stato concesso.

Dall’altro lato, in ottobre, gli allievi rognavano un po’ per la burocrazia CONI: presenze, presa della temperatura. Ridevano quando mi vedevano lavare il pavimento prima e dopo lezione.
Mi chiamavano la bella lavanderina.

Servono i ponti, più che i muri dei divieti.
Ci vuole un po’ prima di essere certi di poterli attraversare.
E si può.

Perfino la data suona bene: 11 11 2020
Sembra una conferma.

Irene Binaghi
Insegnante Itcca Italia – Uisp

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Abbiamo un problema politico: non esiste un partito che ci rappresenti. Il cosiddetto centro sinistra è appiattito sul dogma della scienza ufficiale, sulla medicina. Sa solamente pensare ai vaccini come soluzione ai problemi della società, nessuna capacità di sperimentazione, totale ignoranza sulle discipline naturali. Il Tai Chi funziona, è scientifico, fa bene e può essere usato per tutti, ad esempio, a basso costo per gli anziani, sicuramente più basso di tutti quei soldi che spariscono in macchinari scientifici, in mascherine, in mille rivoli dispersi di qui e di lì che finiscono sempre alle stesse persone già abbienti.

E soprattutto il Tai Chi è ecologico!

Tiene conto dell’ambiente perché è naturale, non lo è la risposta delle classi politiche, incapace di mettere fra i primi posti l’ambiente, il nostro vivere quotidiano. Eppure, ad esempio, sembra accertato che con l’inquinamento e le polveri sottili, ci sia più diffusione di Covid.

Lo sport in genere da questa classe politica viene ritenuto “non essenziale” ed è stato totalmente chiuso di nuovo, a parte il professionismo… e del mio allievo, che ha problemi cardiaci e viene a fare Tai Chi per stare bene, a questo stato, non interessa e non può venire a lezione.

La destra? Qui l’interesse per le discipline naturali parrebbe maggiore, ma nello statuto della nostra associazione c’è scritto: democratico, aperto ad ogni persona e la destra ha davvero un problema di “meschinità umana” col suo razzismo da quattro soldi verso chiunque non sia italico, correttamente orientato sessualmente, patriottico, e così via. Noi siamo cittadini universali, accettiamo come allievi chiunque arrivi perché per noi praticanti di Tai chi e Qigong, ognuno è un essere umano.

Abbiamo proprio un problema politico.

Siamo chiusi, nei nostri centri in tutta Italia. Eppure non ho notizie che nostri praticanti siano malati di Covid. Tutti i nostri insegnanti e centri hanno speso tempo e denaro nell’organizzare la prevenzione seguendo le linee imposte dal Coni, ma nulla, un’attività come la nostra “non è essenziale”.

Stigmatizziamo le scelte ormai ridicole di questa società, miope e incapace di cambiare un modo di pensare vecchio e retrivo. Il comportamento di tutte le forze politiche è miope e vetusto. Insegno Tai Chi e Qigong da 32 anni e lo faccio per il bene degli altri e per il mio perché questa pratica fa bene, lo attestano migliaia di ricerche scientifiche, ma il mal-governo, la mal-opposizione si accanisce contro il gioco, la creatività, la cultura, le discipline naturali, o verso tutto quello che non capisce, che non vuole comprendere: forze politiche succubi di poteri forti e obsoleti. Abbiamo allievi con problemi di Parkinson, Fibromialgia, di molte altre patologie, ma anche persone sane che si servono del Tai Chi per stare meglio: dite loro che quello che avete chiuso non è “essenziale”.

Faremo tutto il possibile per dare ai nostri allievi un appoggio e una continuità didattica, sia all’aperto e, come abbiamo fatto per tutto il lockdown, con lezioni in diretta e differita online.

Carlo Lopez
Presidente Itcca Italia

I nostri insegnanti e i nostri allievi sono tesserati Uisp, ente di promozione sportiva riconosciuto dal coni, e quindi le nostre attività sono in linea coi dpcm del governo solo se svolte all’aperto

Scuola di Tai Chi, Qigong, Esercizi taoisti e meditazione in movimento”

Migliaia di studi scientifici dimostrano l’estrema validità di pratiche come il Tai Chi ed il Qigong anche in questo periodo per il Covid.

Scuola diretta dal M° Carlo Lopez

Carlo Lopez ha un’esperienza quasi quarantennale nel campo del Tai Chi, del Qigong e della Meditazione: con quindicimila ore di insegnamento e la formazione di centinaia di insegnanti nel settore è sicuramente uno dei maggiori esperti internazionale dell’arte.
Discepolo di VI generazione della famiglia Yang



La recente crisi ha mostrato l’importanza del Qigong e del Tai Chi per la salute umana

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Il M° Lopez in una delle molte dirette che abbiamo realizzato durante la crisi

L’Itcca Italia è l’albero madre in Italia della International Tai Chi Chuan Europea ed ha in molte regioni dei responsabili Itcca, come a Milano Patrizia Roberti ed a Roma Daniela Bassi. Carlo Lopez è il responsabile Itcca in Italia. Dall’albero madre negli anni si sono staccati alcuni rami minori, L’Itcca Sarda, l’Itcca Monza e l’Itcca centro che opera prevalentemente in Toscana.

Foto Itcca a Modena 2019

La delegazione Italiana Itcca allo stage di Chamonix 2019 col GM° Chu
La delegazione Italiana Itcca allo stage di Chamonix 2019 col GM° Chu e i 3 discepoli della Branch di Parigi
Stage organizzato da “Gong” col M° Carlo Lopez

Foto dello stage del M° Carlo Lopez
e della Insegnante Itcca Italia Rosanna Gaudio

La propria salute

Tai Chi, Qi Gong, Meditazione, strumenti indispensabili al giorno d’oggi per dare efficacia alla propria consapevolezza e salute.

Tai Chi Italia: L’Itcca Italia nasce nel 1990 quando il GM° Chu King Hung conferisce l’incarico di divulgare il Tai Chi “Original Yang Style” in Italia al M° Carlo Lopez.

Dal 1992 L’Itcca Italia è una delle scuole di Tai Chi più rinomate al mondo e molti suoi allievi sono diventati insegnanti fondando altre scuole.

Se potete scegliete sempre un insegnante Itcca Italia sul territorio Italiano e non scuole che si definiscono sempre Itcca, ma di minor spessore che non sono collegate con l’Itcca Italia.

Maestri e Insegnanti Itcca Italia

Il Gran Maestro Chu:

“The things that are good for us are those that make us happy.”
“Le attività che fanno bene sono quelle che ci rendono felici.”

XXIII Stage della Itcca Italia col GM° Chu King Hung
i suoi tre discepoli François Loutrel, Dario Milana, Carlo Lopez
gli insegnanti e gli allievi.

IMG_4182

Carlo Lopez

Discepolo di VI generazione della famiglia Yang
Presidente Itcca Italia
Responsabile de “Il Ginkgo” – sede nazionale Itcca

Itcca Italia – M° Carlo Lopez
VI generazione Famiglia Yang

Scuola nazionale di Tai Chi Chuan (Taiji Quan) e di Chi Kung (Qi Gong) della Itcca, associazione internazionale fondata dalla famiglia Yang per preservare i principi del Tai Chi di famiglia

original

L’Itcca Italia è l’albero Italiano della Itcca Europea.
Il responsabile nazionale Itcca è il Maestro Carlo Lopez
discepolo del Maestro Chu King Hung, responsabile Europeo.

IMG_4025

 

Itcca Italia

M° Carlo Lopez

348 7324633

itccaitalia@gmail.com

Iscriviti alla nostra mailing list

* indicates required